confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

ANNO IV NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2021

HomeArchivio

27 marzo 2021

ANNO IV NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2021

HomeArchivio

23 giugno 2021

ANNO IV NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2021

HomeArchivio

20 settembre 2021

ANNO IV NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2021

HomeArchivio

14 dicembre 2021

ANNO V NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2022

HomeArchivio

22 marzo 2022

ANNO V NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2022

HomeArchivio

22 giugno 2022

ANNO V NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2022

HomeArchivio

29 settembre 2022

ANNO V NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2022

HomeArchivio

28 dicembre 2022

ANNO VI NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2023

HomeArchivio

28 marzo 2023

ANNO VI NUMERO 2/3 - aprile - settembre 2023

HomeArchivio

20 settembre 2023

ANNO VI NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2023

HomeArchivio

12 dicembre 2023

ANNO VII NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2024

HomeArchivio

25 marzo 2024

GLI ESPERTI RISPONDONO

Intelligenza artificiale, 8 studenti su 10 la utilizzano, la maggior parte per completare i compiti. RICERCA

L’intelligenza artificiale è diventata un compagno di studi abituale per gli studenti delle scuole superiori. Una ricerca di Noplagio.it, piattaforma anti-plagio e di verifica dell’IA, ha rivelato che quasi l’80% dei giovani tra i 16 e i 18 anni utilizza regolarmente strumenti di IA come ChatGPT per svolgere compiti, rispondere a test, scrivere temi e saggi, o semplicemente ampliare le proprie conoscenze.

Come viene utilizzata l’IA?

L’indagine, condotta su 1007 studenti, ha evidenziato che il 60% degli intervistati ha utilizzato l’IA per completare i compiti, il 18% per rispondere a test, e il 13% per scrivere temi e saggi. Il 68% ha dichiarato che continuerà a utilizzare questi strumenti, con l’8% che lo fa quotidianamente e il 65% che vi ricorre diverse volte al mese o alla settimana.

Rischi e opportunità

Nonostante la sua popolarità, l’IA non è priva di criticità. Il 64% degli studenti ritiene che, pur essendo un valido aiuto, l’utilizzo dell’IA dovrebbe essere controllato. Solo il 31% la considera un’innovazione positiva senza riserve. La fiducia nei contenuti generati dall’IA non è scontata: il 54% degli studenti consiglia di non fare completo affidamento su di essi, e il 18% addirittura di non fidarsi mai.

Il rischio di manipolazione

Un altro aspetto preoccupante riguarda il potenziale dell’IA di influenzare o addirittura dominare l’opinione pubblica.  il 41% degli studenti teme che l’IA possa influenzare o addirittura dominare l’opinione pubblica, con un 20% convinto che i governi debbano intervenire con restrizioni.

L’IA offre indubbiamente opportunità, come l’accesso a informazioni e l’aiuto nello svolgimento di compiti complessi. Tuttavia, la ricerca di Noplagio.it evidenzia anche i rischi associati al suo utilizzo acritico. È fondamentale promuovere un approccio consapevole all’IA, educando gli studenti a valutare criticamente i contenuti generati e a utilizzare la tecnologia come strumento di supporto, senza perdere di vista l’importanza del pensiero critico e dell’apprendimento autonomo.

 

FONTE: ORIZZONTE SCUOLA
Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF