confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

ANNO IV NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2021

HomeArchivio

27 marzo 2021

GLI ESPERTI RISPONDONO

RINNOVIAMO I CONTRATTI E RILANCIAMO LA PA – assemblee FLP in tutte le amministrazioni del comparto Funzioni Centrali

Rinnoviamo i contratti, rilanciamo la PA.

Sono questi i temi dell’iniziativa che la Segreteria generale FLP, d’intesa con i Coordinamenti nazionali di settore, ha messo in campo in questi giorni con l’organizzazione di Assemblee nazionali in videoconferenza in tutti gli Enti e Amministrazioni, a partire da quelle del comparto di contrattazione delle Funzioni Centrali.

Denunceremo i ritardi che a distanza di oltre due anni dalla scadenza non hanno permesso ancora il rinnovo di un contratto i cui contenuti, sia dal punto di vista economico che normativo, erano già assolutamente insufficienti al momento della sua sottoscrizione che – è bene sempre ricordarlo – fu poi siglato dalla FLP, a distanza di mesi, solo per non essere esclusi assurdamente dalle contrattazioni integrative.

Discuteremo con le lavoratrici e i lavoratori delle proposte e delle rivendicazioni contenute all’interno della nostra piattaforma, per garantire significativi riconoscimenti economici, la riscrittura dell’ordinamento professionale, il superamento del mansionismo e dei sottoinquadramenti presenti nell’attuale prima e seconda area, lo sblocco delle carriere e dei passaggi tra le aree,  il riconoscimento giuridico delle elevate professionalità, la tutela dei diritti e della dignità del lavoro.

Faremo anche il punto della situazione sul lavoro pubblico all’indomani dell’insediamento  del nuovo Governo e ribadiremo che per noi la modernizzazione delle Pubbliche Amministrazioni non può prescindere da adeguati investimenti sull’innovazione, sul personale, sulle assunzioni, sulla formazione e  sul sistema di partecipazione.

Le risorse del Recovery Fund dovranno essere indirizzate su questo e non, come invece paventano le solite lobby, per “fantasmagoriche” spese gonfiate e non controllate, che in questi decenni hanno alimentato sprechi, inefficienze e corruzione.

Si tratta solo del primo appuntamento. Pronti a passare ad iniziative di mobilitazione, ove  non dovessero arrivare, in tempi brevi, segnali concreti nella direzione dell’apertura del negoziato.

 

Roberto Sperandini

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF