confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

ANNO IV NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2021

HomeArchivio

27 marzo 2021

ANNO IV NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2021

HomeArchivio

23 giugno 2021

GLI ESPERTI RISPONDONO

NurSind partecipa a Webinar Gnu. I maggiori sindacati del mondo chiedono all’Oms di aggiornare linee guida

A più di otto mesi dall’inizio della pandemia Covid-19, gli infermieri e gli altri operatori sanitari sono ancora esposti al virus, si infettano e muoiono. A settembre, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha riferito che il 14% dei casi di Covid-19 nel mondo riguarda gli operatori sanitari, e in alcuni paesi si raggiunge il 35%. Migliaia di operatori sanitari sono morti a causa del Covid-19 in tutto il mondo – a lanciare l’allarme è il Global Nurses United-Gnu, che il 10 novembre, in un webinar al quale hanno partecipato i più grandi sindacati infermieristici del mondo, tra cui NurSind con la presenza di Andrea Bottega e dei segretari territoriali, i rappresentati aderenti hanno deciso di inviare una lettera all’OMS, chiedendo urgentemente che rafforzi immediatamente la sua guida inerente il Covid-19 per proteggere gli infermieri, altri operatori sanitari e la popolazione.

Le richieste di GNU rivolte all’OMS

GNU esorta l’OMS ad affrontare i seguenti problemi:

  • Rafforzare le raccomandazioni sui DPI per gli operatori sanitari che si prendono cura dei pazienti con Covid-19. Il DPI ottimale per Covid-19 include un certificato NIOSH (o equivalente) respiratore purificatore d’aria alimentato (PAPR), tute che incorporano la testa e rivestimenti per scarpe, conformi agli standard per l’impermeabilità virale e guanti di grado medico.
  • Cancellare tutte le raccomandazioni che affermano che gli operatori sanitari non hanno bisogno di indossare DPI se rimangono ad almeno un metro dai pazienti Covid-19.
  • Annullare tutte le raccomandazioni che i datori di lavoro sanitari dovrebbero prendere in considerazione per limitare l’uso dei DPI”solo se a diretto stretto contatto con il paziente o quando si tocca l’ambiente”. È inconcepibile entrare nella stanza di un paziente affetto da malattie infettive senza il DPI completo.
  • Annullare qualsiasi raccomandazione rivolta alle strutture sanitarie affinché “decontaminino” e riutilizzino N95respiratori e altri DPI monouso.

Marialuisa Asta

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF