confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

ANNO IV NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2021

HomeArchivio

27 marzo 2021

ANNO IV NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2021

HomeArchivio

23 giugno 2021

ANNO IV NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2021

HomeArchivio

20 settembre 2021

ANNO IV NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2021

HomeArchivio

14 dicembre 2021

ANNO V NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2022

HomeArchivio

22 marzo 2022

ANNO V NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2022

HomeArchivio

22 giugno 2022

ANNO V NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2022

HomeArchivio

29 settembre 2022

ANNO V NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2022

HomeArchivio

28 dicembre 2022

GLI ESPERTI RISPONDONO

NurSind fissa nuovi obiettivi per gli Infermieri: indennità di esclusività e contrattazione separata

L’articolo 12 del CCNL 2016/2018 ha costituito la Commissione paritetica per la revisione del sistema contrattuale.

NurSind non partecipa al tavolo in quanto, con una norma impugnata dallo stesso, gli è impedito l’accesso ai tavoli perché non firmatario di un contratto penalizzante per la categoria infermieristica.

Gli infermieri oggi sono professionisti laureati, con percorsi post-laurea, che hanno l’obbligo di stipulare un’assicurazione per la rivalsa per la colpa grave, eppure l’inquadramento contrattuale è quello di una professione diplomata.

I tempi sono dunque maturi per chiedere la contrattazione separata e l’indennità di esclusività.

L’erogazione dell’indennità di esclusività, sino ad adesso, è stata estesa solo alla classe medica.

Per i dirigenti sanitari con rapporto di lavoro esclusivo, il citato d.lgs. n. 502/92, prevede anche uno specifico trattamento economico aggiuntivo per la definizione del quale rinviava ai contratti collettivi di lavoro. A tal fine i CCNL dell’8 giugno 2000 hanno istituito un particolare emolumento denominato “indennità di esclusività”, che rappresenta un istituto del tutto peculiare nell’ambito dell’impiego pubblico, che viene definito come “elemento distinto della retribuzione”. Essa è erogata per 13 mensilità ed è articolata in fasce che vengono conseguite a seguito del raggiungimento di una certa esperienza professionale e previa valutazione positiva.

Ai medici che scelgono quindi di svolgere la libera professione solo ed esclusivamente per l’azienda pubblica della quale sono dipendenti, viene corrisposta un’indennità che li compensa di tale rapporto.

Il NurSind chiede che anche per gli Infermieri vengano riconosciute pari opportunità.

 

Dott.ssa Marialuisa Asta

 

 

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF