confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

ANNO IV NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2021

HomeArchivio

27 marzo 2021

ANNO IV NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2021

HomeArchivio

23 giugno 2021

ANNO IV NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2021

HomeArchivio

20 settembre 2021

GLI ESPERTI RISPONDONO

GREEN PASS E UFFICI PUBBLICI – la FLP chiede l’apertura del confronto al Ministro Brunetta

Le recenti disposizioni in materia di Green pass, unitamente alle inopinate e inaccettabili  restrizioni adottate in molte Amministrazioni nelle ultime settimane in materia di lavoro agile emergenziale, e alle stesse esternazioni del Ministro Brunetta sul rientro in massa negli Uffici  e sul sostanziale azzeramento del lavoro agile comportano, a parere della FLP, la necessità di attivare con la dovuta urgenza un tavolo di confronto sindacale con il Ministro della Pubblica amministrazione per definire un quadro chiaro, organico e possibilmente  condiviso delle azioni da porre in essere, perché con la ripresa delle attività a pieno regime, sarà all’ordine del giorno la questione di come garantire l’efficacia e la qualità dei servizi resi salvaguardando, nel contempo, la tutela della sicurezza sui luoghi di lavoro.

È di tutta evidenza, infatti, che l’adozione del Green pass obbligatorio per i dipendenti pubblici (e non per tutta l’utenza che quotidianamente frequenta gli Uffici) non solo appare contraddittoria rispetto al risultato che si vorrebbe raggiungere, ma di per sé non dà assoluta garanzia di sicurezza e di prevenzione dal contagio all’interno degli Uffici, sui luoghi di lavoro che sono caratterizzati in troppi casi da locali angusti, affollati, privi delle necessarie forme di sicurezza e con un continuo afflusso di pubblico.

In tale contesto, pur auspicando una ulteriore accelerazione del trend vaccinale, che è condizione fondamentale per evitare i rischi del contagio, in mancanza di specifici obblighi in materia e con le problematiche tuttora irrisolte relative all’uso dei mezzi di trasporto, appare necessario adottare tutte quelle iniziative (implementazione del lavoro agile, flessibilità dell’articolazione dell’orario di lavoro, pieno utilizzo degli strumenti e delle dotazioni informatiche per la gestione dei servizi) che, unitamente alla verifica dei protocolli di sicurezza a suo tempo sottoscritti, possano garantire la tutela della salute delle lavoratrici, dei lavoratori e dell’utenza che ogni giorno necessita di recarsi presso gli Uffici.

Per questi motivi la FLP, che a firma del suo Segretario Generale, Marco Carlomagno, nel mese di agosto ha chiesto un incontro al Ministro Brunetta, è impegnata in questi giorni a sollecitarne la realizzazione, per affrontare in tale sede anche tutte le problematiche e le ricadute che possono verificarsi a seguito dell’approvazione del Decreto sull’obbligo del green pass per i lavoratori dipendenti pubblici e privati.

 

Roberto Sperandini

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF