confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

ANNO IV NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2021

HomeArchivio

27 marzo 2021

ANNO IV NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2021

HomeArchivio

23 giugno 2021

ANNO IV NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2021

HomeArchivio

20 settembre 2021

ANNO IV NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2021

HomeArchivio

14 dicembre 2021

ANNO V NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2022

HomeArchivio

22 marzo 2022

ANNO V NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2022

HomeArchivio

22 giugno 2022

ANNO V NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2022

HomeArchivio

29 settembre 2022

GLI ESPERTI RISPONDONO

rubrica pubblico impiego

A cura di FLP – Il sindacato dei lavoratori pubblici

D: Salve, sono un dipendente del comparto Funzioni Centrali, in servizio presso una sede di Trieste, e vi chiedo come vengono computate le assenze per malattia del personale con rapporto di lavoro a tempo parziale e di tipo verticale. Grazie.

Lucio, Trieste

R: In risposta, occorre prima di tutto precisare come la disciplina contrattuale di riferimento per la soluzione della problematica di che trattasi faccia riferimento all’art. 33, comma 9, del CCNL comparto Funzioni Centrali del 9 maggio 2022.
Nello specifico del part-time verticale, l’articolo sopra richiamato prevede come i lavoratori a tempo parziale verticale abbiano diritto ad un numero di giorni di ferie proporzionato alle giornate di lavoro prestate nell’anno e come il relativo trattamento economico sia commisurato alla durata della prestazione giornaliera.
Il criterio di proporzionalità sopra richiamato dovrà essere applicato anche per le altre assenze dal servizio previste dalla legge e dal CCNL, comprese le assenze per malattia, eccezion fatta per i permessi ex art. 33, commi 3 e 6, legge n. 104/1992; tali permessi, infatti, si riproporzionano solo qualora l’orario teorico mensile pari o inferiore al 50% di quello del personale a tempo pieno.
Tale principio di riproporzionamento trova applicazione anche per quanto concerne il periodo massimo di conservazione del posto (cd. periodo di comporto), di cui all’art. 29 del CCNL in parola, ed i periodi in cui compete la retribuzione intera o ridotta di cui al comma 10 dell’art. 29 citato.

Elio Di Grazia

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF