confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

ANNO IV NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2021

HomeArchivio

27 marzo 2021

GLI ESPERTI RISPONDONO

Stipendi in 10 anni: +11% a scuola ma +45% a palazzo Chigi

Lunedì, 23 Gennaio 2017

Ne abbiamo parlato ieri su questo sito, ma la questione, se approfondita, dà più sorprendenti risultati: i dipendenti pubblici che lavorano nel comparto della scuola, dal 2005, hanno visto aumentare lo stipendio solo dell’11,8% ma gli statali che lavorano alla presidenza del Consiglio dei ministri lo hanno visto lievitare del 45%. Con loro anche il personale diplomatico che ha avuto un incremento del 37%: Stato povero? Macché! Solo coi prof.

E infatti si dimostra più che magnanino anche coi magistrati che intascano  un +28,4% dal 2005, facendo così lievitare il loro salario a 138.481 euro nel 2015: reddito quindi quattro volte superiore rispetto al comparto scuola, raggiunto grazie a un incremento di 30.615 euro rispetto al 2005.

Chi sfonda, sfondando senza pudore, gli impegnati nella carriera prefettizia, che raggiungono quota 94.117 euro (+22,3% e +17.148 euro). Quasi stesso aumento per i dipendenti della presidenza del Consiglio, che partivano da numeri molto più modesti e, di conseguenza, arrivano ‘solo’ a 57.612 euro.

Tuttavia, secondo la Ragioneria dello Stato, bisogna sottolineare che a scuola si rilevano forti differenze tra i dirigenti, che nel 2015 percepiscono una retribuzione di 58.174 euro, e gli insegnanti, che arrivano a quota 29.842 euro (gli incrementi sono stati rispettivamente del 6,3% e dell’11,6%). Lo stipendio medio dei docenti, dal 2005 al 2015, è aumentato poco più di 200 euro; dividendo ulteriormente la cifra in 10 anni si ottiene un incremento di 20 euro.

http://www.tecnicadellascuola.it/item/26971-stipendi-in-10-anni-11-a-scuola-ma-45-a-palazzo-chigi.html

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF