confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

ANNO IV NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2021

HomeArchivio

27 marzo 2021

ANNO IV NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2021

HomeArchivio

23 giugno 2021

ANNO IV NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2021

HomeArchivio

20 settembre 2021

ANNO IV NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2021

HomeArchivio

14 dicembre 2021

ANNO V NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2022

HomeArchivio

22 marzo 2022

ANNO V NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2022

HomeArchivio

22 giugno 2022

ANNO V NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2022

HomeArchivio

29 settembre 2022

ANNO V NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2022

HomeArchivio

28 dicembre 2022

GLI ESPERTI RISPONDONO

Liceo del Made in Italy per rilanciare i marchi italiani, dopo Meloni e Frassinetti anche Valditara ci crede

“Oggi, durante l’audizione di fronte alle Commissioni congiunte Cultura di Camera e Senato, il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha ribadito la necessità di istituire il liceo del Made in Italy”. A sottolinearlo il sottosegretario all’Istruzione e al Merito Paola Frassinetti, presente all’audizione del numero uno del dicastero bianco di Viale Trastevere.

A questo liceo, ha ricordato Frassinetti, “fa spesso riferimento il presidente Giorgia Meloni: sarebbe un vero e proprio arricchimento degli indirizzi scolastici atti a creare una classe dirigente preparata e pronta a diffondere e tutelare le eccellenze italiane nel mondo”.

A fine agosto, in piana campagna elettorale, parlando il 31 agosto a Termoli, in provincia di Campobasso, Giorgia Meloni, disse di volere “in Italia un liceo del made in Italy che formi i giovani per dare continuità ad una serie di settori della nostra economia che rischiano di essere totalmente perduti”.

Secondo Meloni “siamo in un tempo in cui il marchio Italia è considerato il terzo marchio per riconoscibilità al mondo, siamo in una stagione in cui tutti vogliono comprare prodotti italiani e l’Italia che ha fatto rispetto a questo? Ha svenduto marchi italiani”.

La proposta di Giorgia Meloni è quella di “difendere quel marchio perché nel tempo della globalizzazione non competiamo sulla quantità del prodotto, ma c’è una cosa sulla quale nessun altro compete con noi: la qualità del prodotto. Bisogna investire su questo, difendere il marchio, formare i nostri giovani”.

Non è la prima volta che Paola Frassinetti affronta questo argomento: a fine ottobre, nel giorno della sua nomina a sottosegretario all’Istruzione, alla Tecnica della Scuola disse che quello del Made in Italy “è un liceo che dovrebbe formare i giovani da inserire in settori della nostra economia che rischiano di sparire, rilanciando nel contempo il cosiddetto ‘marchio Italia’ che è sinonimo da sempre di qualità”.

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF