confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

ANNO IV NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2021

HomeArchivio

27 marzo 2021

ANNO IV NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2021

HomeArchivio

22 giugno 2021

GLI ESPERTI RISPONDONO

Diplomati magistrale e laureati Sfp in una graduatoria pre-ruolo a parte, ma è già troppo tardi

Non sarebbe solo un’indiscrezione quella che vuole l’approvazione di un decreto per sanare la situazione dei quasi 50 mila maestri e maestre con diploma magistraledestinati ad uscire dalle GaE e a lasciare pure il ruolo, in oltre 5mila casi, a seguito dell’adunanza plenaria del Consiglio di Stato del 20 dicembre scorso. La loro assunzione, senza concorso, si farebbe, ma vi sono diversi ostacoli.

Decreto in arrivo, ma “non è ancora pronto”

Il nuovo staff a capo del ministero dell’Istruzione starebbe già lavorando alacremente sull’atto: tuttavia, secondo l’Ansa, il decreto – fanno sapere alcune fonti – non è ancora pronto perchè non vi sono ancora le condizioni operative.

“Si stanno analizzando tutte le ipotesi e il dossier è al vaglio del ministro dell’Istruzione Marco Bussetti. L’ipotesi più accreditata è quella di una graduatoria ad hoc alla quale accedere diplomati magistrali e laureati in Scienze della formazione primaria accederebbero senza il superamento di concorsi”.

La graduatoria non è quella di Merito dei concorsi

La graduatoria di accesso al ruolo non sarebbe, quindi, quella di Merito dei concorsi pubblici, come inizialmente indicato. Il problema è che le immissioni in ruolo e le supplenze annuali sono imminenti (vanno completate tutte tra luglio e agosto). Mentre i tempi di approvazione e di attuazione del decreto, ma soprattutto quelli della formazione delle graduatorie ad hoc, probabilmente di carattere provinciale o al massimo regionale, sono decisamente più lunghi.

Il sen. Pittoni (Lega): siamo fuori tempo massimo

“Noi avevamo chiesto all’ex ministra Valeria Fedeli un decreto di urgenza per sanare questa situazione – ha detto l’esponente della Lega Marco Pittoni, responsabile Istruzione per il Carroccio e tra i ‘papabili’ a sottosegretario all’Istruzione – ma lei ha scelto di non procedere ed ora siamo fuori tempo massimo ed è tutto più complicato”.

Insomma, il rischio è che l’attesa soluzione al problema arrivi quando i giochi per il nuovo anno scolastico saranno già fatti. Con le lezioni che ancora una volta partiranno all’insegna dell’incertezza.

 

Diplomati magistrale e laureati Sfp in una graduatoria pre-ruolo a parte, ma è già troppo tardi

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF