confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

ANNO IV NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2021

HomeArchivio

27 marzo 2021

ANNO IV NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2021

HomeArchivio

23 giugno 2021

ANNO IV NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2021

HomeArchivio

20 settembre 2021

ANNO IV NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2021

HomeArchivio

14 dicembre 2021

ANNO V NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2022

HomeArchivio

22 marzo 2022

ANNO V NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2022

HomeArchivio

22 giugno 2022

GLI ESPERTI RISPONDONO

Dalle sanzioni sul Pos alla carriera degli insegnanti fino alle partite Iva: cosa c’è nel decreto Pnrr2

L’Aula della Camera ha definitivamente approvato il Dl Recovery con 316 voti favorevoli e 24 contrari (un astenuto). Il provvedimento con le ulteriori misure urgenti per l’attuazione del Pnrr è stato votato nel giorno della sua scadenza e nel testo identico a quello licenziato dal Senato la settimana scorsa. Il decreto legge interviene prioritariamente sul fabbisogno di competenze nella Pubblica amministrazione (con particolare attenzione all’istruzione e all’univeristà) e amplia le semplificazioni relative alla posa di reti per la banda ultralarga e al codice degli appalti.

Dalle multe per i commercianti che non accettano i pagamenti con il Pos alle nuove regole sulla formazione degli insegnanti, ecco alcune delle misure principali.Per approfondire: Fisco, dai pagamenti con il Pos in arrivo sette miliardi di dati Scuola, arriva il compromesso su incentivi e taglio di 10mila docenti

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF