confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

ANNO IV NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2021

HomeArchivio

27 marzo 2021

ANNO IV NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2021

HomeArchivio

23 giugno 2021

ANNO IV NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2021

HomeArchivio

20 settembre 2021

ANNO IV NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2021

HomeArchivio

14 dicembre 2021

ANNO V NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2022

HomeArchivio

22 marzo 2022

ANNO V NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2022

HomeArchivio

22 giugno 2022

ANNO V NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2022

HomeArchivio

29 settembre 2022

GLI ESPERTI RISPONDONO

Concorso scuola, un candidato assente alle prove per Covid non può essere escluso, sì alle prove suppletive, lo stabilisce il Tar Lazio

Un candidato che si fosse assentato in una delle prove di concorso per ragioni legate alla pandemia, quindi al Covid o alla quarantena, viene escluso dalla procedura? Sebbene il ministero dell’Istruzione nei mesi scorsi abbia seguito questa linea d’azione, il Tar Lazio smentisce il Mi e con sentenza pubblicata nel mese di agosto – ci informa il sindacato di Francesco Sinopoli Flc Cgil – ha affermato la illegittimità degli atti amministrativi che avevano disposto la esclusione dal concorso straordinario dell’aspirante docente in quarantena da Covid.

“Il candidato – spiega la federazione sindacale – è stato costretto ad adire il giudice amministrativo chiedendo la sospensione dei provvedimenti emessi dall’amministrazione e l’ammissione con riserva alle prove. Il Tar Lazio accoglieva la sospensiva ed il candidato ha avuto modo di partecipare alle prove del concorso”.

Quale principio viene affermato con la sentenza del Tar?

Quali effetti dalla sentenza del Tar? Qualsiasi impedimento sanitario, per un candidato, legittima al ricorso nell’ambito dei concorsi pubblici? No. Non è automatico, bisogna sempre fare i conti con l’interesse comune e generalizzato, nella società, allo svolgimento e alla chiusura rapida dei concorsi. E dunque, secondo quanto chiarisce il sindacato, i principi affermati dal tribunale amministrativo sono i seguenti,:

La conferma della radicale e assoluta diversità delle situazioni di mero personale impedimento (singolo o collettivo), che sono e rimangono certamente non tutelabili a fronte dell’interesse alla celere conclusione dei concorsi, rispetto alle situazioni di impedimento, come nel caso di specie, dovuto a straordinarie ed emergenziali misure di sanità pubblica generali decise nell’interesse collettivo;

– il carattere sostanzialmente riparatorio delle sessioni suppletive o supplementari di un concorso per coloro che dimostrino di essere stati impediti a parteciparvi per factum principis connesso a imperiose esigenze extra ordinem di salute collettiva;

– la imprescindibilità della tutela delle posizioni giuridiche soggettive, da considerarsi anche alla stregua di diritti costituzionali, incise dalle suddette misure di sanità pubblica e la insussistenza di una impossibilità tecnica di previsione o di esecuzione di prove suppletive nel caso di specie, di modo da doverosamente rispettare anche gli artt. 2 e 3 Cost. con il contemperamento degli altri interessi pubblici e privati.

https://www.tecnicadellascuola.it/concorso-scuola-un-candidato-assente-alle-prove-per-covid-non-puo-essere-escluso-si-alle-prove-suppletive-lo-stabilisce-il-tar-lazio
FONTE: TECNICA DELLA SCUOLA
Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF