confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

ANNO IV NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2021

HomeArchivio

27 marzo 2021

ANNO IV NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2021

HomeArchivio

22 giugno 2021

GLI ESPERTI RISPONDONO

Concorsi, arriva la riforma

di Gabriella Lax – Arriva la riforma per i concorsi. I punti principali delle “Linee guida sui concorsi” saranno gli obblighi, indirizzati alle amministrazioni statali e l’invito a quelle regionali e locali a concorsi unici, ad aderire al portale nazionale per la formazione di albi dei componenti delle commissioni tra cui scegliere con sorteggio.

Tutto pronto per la riforma dei concorsi

Si da così attuazione al testo unico sul pubblico impiego (con le novità del decreto legislativo 75/2017). Con la direttiva 3/2018, il ministro per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione Marianna Madia chiarisce le linee guida per lo svolgimento dei concorsi per il reclutamento del personale.

L’idea, come è spiegato sul sito del ministero, è assicurare il reclutamento delle migliori professionalità per le esigenze delle amministrazioni.

Le principali novità: la preferenza per il concorso unico come migliore pratica per il reclutamento di dirigenti e funzionari delle amministrazioni statali; ed ancora una più precisa definizione dei requisiti di ammissione ai concorsi, la possibilità di una preselezione più incisiva, un migliore bilanciamento tra i titoli di carriera e altri titoli, prove di esame più finalizzate alla valutazione delle competenze e della capacità di risolvere problemi che alla conoscenza teorica, commissioni di concorso neutrali e competenti, limitazione al numero degli idonei e promozione del portale del reclutamento, per monitorare i concorsi e le procedure di assunzione.

https://www.studiocataldi.it/articoli/30253-concorsi-arriva-la-riforma.asp

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF