confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

ANNO III NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2020

HomeArchivio

29 settembre 2020

ANNO III NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2020

HomeArchivio

11 dicembre 2020

GLI ESPERTI RISPONDONO

NurSind Calabria: basta ritardi. Che fine ha fatto il premio CoVid?

Il 2020 è oramai terminato, siamo alle soglie della terza ondata e ancora i dipendenti della sanità calabrese devono non hanno visto nemmeno 1€ relativo al premio CoVid deliberato a Luglio per indennizzare la prima ondata di Marzo 2020. Il NurSind calabrese non ci sta e invia una missiva alla Regione per chiedere un incontro urgente utile a dirimere la situazione e sollecitar l’erogazione delle somme spettanti.

 

“Tantissimi infermieri, nonostante il gravoso impegno profuso nelle fasi di emergenza CoVid oramai con continuità dal mese di Marzo 2020, non si sono ancora visti corrispondere il “premio CoVid”, ratificato dall’Accordo Regionale del 6 Luglio 2020″, a denunciarlo è Vincenzo Marrari, coordinatore Regionale NurSind Calabria.

L’annus horribilis 2020 volge ormai al crepuscolo e non 1€ di quanto previsto è stato versato ad oggi nelle tasche dei Professionisti che hanno prestato un pregevole contributo nonostante le difficili ed avverse condizioni in cui versa il nostro SSR, in un contesto scarno da risorse umane e materiali, in cronico understaffing e con i DPI spesso centellinati.

Il NurSind chiede un incontro urgente utile a chiarire le tempistiche relative all’erogazione del Premio, auspicando che i Professionisti della sanità calabrese si vedano tempestivamente riconoscere quanto loro spetta, pur consci del fatto che stante l’attuale seconda ondata e una terza alle porte, si individuino ulteriori somme da destinare all’indennizzo delle particolari ed avverse condizioni lavorative che tutti i sanitari stanno affrontando strenuamente da diversi mesi.

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF