confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

ANNO II NUMERO 4 - ottobre / novembre / dicembre 2019

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2019

ANNO III NUMERO 1 - gennaio / febbraio / marzo 2020

HomeArchivio

19 MARZO 2020

ANNO III NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2020

HomeArchivio

10 giugno 2020

GLI ESPERTI RISPONDONO

Infermieri Obbligati a guidare l’automedica. NurSind Pisa: pronti ad esposto alla Procura della Repubblica

Il 28 agosto  si è tenuto un incontro fra l’azienda tno e le organizzazioni sindacali sul problema della guida dell’auto medica da parte degli infermieri
L’incontro è stato un nulla di fatto visto che l’azienda non ha preso nessuna decisione.
2Ma quello che colpisce di più è il paradosso al quale ci troviamo davanti: l’azienda per bocca del dirigente infermieristico Mirco Gregorini, asserisce di essere consapevole  che il profilo professionale dell’infermiere non prevede la guida dell’auto medica, ma che in assenza di alternative si impone agli infermieri di guidarla. E ovviamente, altrettanto non si fa con il medico –  a parlare è Daniele Carbocci, segretario territoriale NurSind Pisa e membro del Direttivo Nazionale, che continua– Inoltre, per ulteriore beffa, il responsabile dell’ufficio legale “consiglia” agli infermieri di integrare la polizza assicurativa professionale (obbligatoria per eventuali danno ai pazienti) con una clausola che li tuteli per eventuali incidenti con l’auto medica”.
Insomma, nessuna apertura verso gli infermieri del 118 che rischiano ogni giorno guidando l’auto medica ma si scambia la loro disponibilità, dimostrata fino  ad oggi al fine di garantire un importante servizio, come una cosa dovuta.
Se l’azienda non garantirà ai colleghi che hanno fatto richiesta di non guidare più l’automedica oltre il 10 Settembre,  NURSIND presenterà un esposto alle Procure della Repubblica di Pisa, Massa Carrara e Lucca al fine di individuare le responsabilità dei dirigenti che continuano ad obbligare gli infermieri ad un compito non proprio e pericoloso per se stessi e i cittadini”, conclude il sindacalista.

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF