confederati

clicca sulle immagini
per accedere
alle relative pagine

anno II numero 1 - gennaio / febbraio / marzo 2019

HomeArchivio

28 Febbraio 2019

ANNO I NUMERO 1 - OTTOBRE / NOVEMBRE / DICEMBRE 2018

HomeArchivio

10 DICEMBRE 2018

ANNO II NUMERO 2 - aprile / maggio / giugno 2019

HomeArchivio

17 GIUGNO 2019

ANNO II NUMERO 3 - luglio / agosto / settembre 2019

HomeArchivio

19 SETTEMBRE 2019

Diplomati magistrale e laureati formazione primaria, in vista concorso bis per chi ha una annualità di servizio. Il testo

Si tratta di un progetto del quale si è fatto portavoce anticipando ieri sera la volontà di affrontare la questione dei docenti di Infanzia e Primaria sul proprio profilo FaceBook, il Senatore Mario Pittoni.

Proposta al momento in cantiere, ma che potrebbe vedere la luce nelle prossime settimane.

Il testo in nostro possesso è la bozza di un emendamento che modifica l’articolo 4, comma 1-quinquies del Decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, convertito nella legge del 9 agosto 2018, n 96 recante: “Disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese”.

Cosa prevede la norma attuale

Il Decreto 87, ricordiamo, ha avviato il concorso riservato per i diplomati magistrale prima inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento dopo provvedimento giurisdizionale e poi estromessi dopo la sentenza del Consiglio di Stato.

Nel decreto si avviava un concorso a cattedra riservato e semplificato per quel personale che aveva due anni di servizio specifico anche non continuativo, su posto comune o sostegno, nel corso degli ultimi 8 anni.

Cosa prevede il nuovo emendamento?

Il nuovo emendamento punta, dalla relazione illustrativa in nostro possesso, a bandire un concorso bis per i docenti che siano forniti del titolo di abilitazione all’insegnamento  conseguito  presso  i corsi di laurea in scienze della formazione  primaria  o  di  analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi  della normativa vigente, oppure diploma magistrale con valore di abilitazione o analogo titolo conseguito  all’estero  e  riconosciuto  in  Italia,  entro  l’anno  scolastico 2001/2002

I detti docenti, inoltre, dovranno aver svolto, nel corso degli  ultimi  otto  anni  scolastici,  almeno  una annualità di servizio specifico, anche non  continuativo,  su  posto comune o di sostegno,  presso  le  istituzioni  scolastiche  statali.

Quanti parteciperanno al concorso saranno inclusi in una graduatoria di merito dalla quale saranno attribuiti i posti residui allo scorrimento delle graduatorie relative al concorso riservato del decreto 87.

 

Diplomati magistrale e laureati formazione primaria, in vista concorso bis per chi ha una annualità di servizio. Il testo

Clicca sull'immagine per aprire il file in formato PDF